• MATERA 2020 - Città dell'Astronomia, via dell'industria s.n.c. zona PAIP II 75100 Matera
  • MATERA 2020 - Città dell'Astronomia, via dell'industria s.n.c. zona PAIP II 75100 Matera
Close

Inaugurazione della mostra Above & Beyond

Matera – 20.12.2019 – La mostra “Above & Beyond”, realizzata dall’Unione Astronomica Internazionale (IAU), è stata inaugurata il 20 dicembre 2019 e si inserisce all’interno della Space Academy di Openet, portando nella Capitale europea della cultura 2019 una novità assoluta: una vera e propria cittadella della scienza e della conoscenza. Si tratta di uno spazio dedicato all’astronomo materano Vincenzo Caropreso, che segna l’inizio di un percorso e interessa non solo l’astronomia, ma anche la chimica e le altre materie scientifiche, più in generale. Il programma della Space Academy si compone di più moduli e comincia con la mostra internazionale “Above & Beyond”, a cura di Rossella Spiga, per continuare con una serie di laboratori (interamente gestiti da astronomi), conferenze, incontri, spettacoli, un planetario con un livello di fruizione variato e flessibile per singoli studenti e per gruppi di qualsiasi età.

Per facilitare il percorso di visita alla mostra, ciascun ospite sarà fornito di una mappa e di un libretto guida, ideato dall’astronomo Flavio Fusi Pecci e Rossella Spiga. L’opuscolo contiene alcune pillole di astrofisica utili per capire il percorso della mostra. Inizia con le domande che ci si pone sugli oggetti celesti e sull’Universo e prosegue lungo la Via Lattea, le teorie di Einstein sulla gravità, il Sole, le stelle, i Buchi Neri, le Galassie, il Big Bang, le Onde Gravitazionali, la Materia e l’Energia Oscura, i Pianeti extra-solari e se c’è vita altrove. Grande soddisfazione per il CEO di Openet, Vito Gaudiano, che ha dato avvio all’iniziativa grazie a un accordo tra Openet e la Società Astronomica Italiana (SAIt). “Fulcro dell’evento è la “Space Academy” – dichiara Gaudiano –  realizzata da Openet e strutturata con un programma che include una serie di appuntamenti nazionali e internazionali, candidandosi a diventare una delle tappe più importanti nella divulgazione scientifica”. Gli studenti hanno partecipato con grande entusiasmo alle attività realizzate durante il corso della mattinata. “Gli studenti sono la punta dell’iceberg – ha dichiarato Agatino Rifatto, ricercatore dell’Istituto Nazionale di Astrofisica -. Sono loro che consentono di capire l’interesse degli argomenti da affrontare. Ma anche i docenti rappresentano sentinelle magnifiche da ascoltare per definire un programma che si adegui quanto più possibile alle esigenze dei ragazzi. Stamattina, durante la visita al planetario, i ragazzi hanno dimostrato tutti, sebbene appartenenti a diverse fasce d’età, una grande curiosità scientifica”. Un’iniziativa, quella della Space Academy, che aprirà al pubblico a partire dal 10 gennaio 2020 e che ha già raccolto diverse prenotazioni.
Per informazioni: mostra-aboveandbeyond.openet.it